Firriato Hospitality

Wine Tour

Il primo approccio con la tenuta di Cavanera è con la natura dell’Etna, un incanto in grado di stupire l’occhio con la bellezza del paesaggio circostante. L’Etna è infatti la terra dove tutto è oltre ogni limite, superando ogni immaginazione.

Gli ettari di vigneto coltivati da Firriato sono incastonati su due grandi terrazzamenti. Il patrimonio ampelografico è quello della tradizione: Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio, Carricante e Minnella, i vitigni principi del vulcano. È qui che nascono i celebri Etna DOC Cavanera Ripa di Scorciavacca e Cavanera Rovo delle Coturinie e il prodigioso Gaudensius, un metodo classico da uve nerello mascalese raccolte in anticipo rispetto alla loro naturale maturazione. Il wine tour a Cavanera è un vero e proprio viaggio di scoperta dell’universo Etna che parte dalla peculiarità naturali, prosegue con la particolarità antropologiche e si chiude con tutto quello che il vulcano rappresenta oggi per Firriato. Salendo lungo il viale che costeggia il vigneto principale della Tenuta si arriva nel suo punto più alto. Qui è possibile vedere la successione stratigrafica del suolo etneo, comprenderne la sua formazione attraverso le varie successioni dei corpi rocciosi che si sono verificate nel tempo.

L’Etna è un territorio da un punto di vista geologico molto giovane e una sosta in questo punto, guardando all’orizzonte il piccolo paese di Malvagna, fa capire quanto tutto questo incide sulla fertilità di queste terre dove la disponibilità di minerali è immensa e facilmente reperibile dalle radici delle piante. La visita prosegue nella vigna centenaria, dove è possibile ammirare delle vere e proprie sculture di natura, e assistere alle lavorazioni che si svolgono nel vigneto comprendendo il valore delle attività colturali agronomiche del periodo della visita. Nel periodo di vendemmia, che qui si protrae sino all’inizio di Ottobre, sarà possibile assaggiare l’uva direttamente dalla pianta, un privilegio che Firriato concede ai pochi selezionati ospiti del Resort. La tenuta di Cavanera è a se stante da ogni punto di vista perché una materia prima di assoluta qualità prodotta in queste terre deve essere vinificata immediatamente per preservarne la sua integrità organolettica. La visita, infatti, prosegue in cantina, dove vengono illustrati tutti i processi di vinificazione dei vini del Vulcano di Firriato che si concludono con una chicca: il caveau dove riposano le bottiglie del Gaudensius, sistemato nei pupitres.

Il wine tour si conclude dentro il corpo della cosa patronale dove è possibile ammirare l’antico palmeto del ‘700 con le sue vasche in pietra e le sue strutture lignee dove sono state scritte pagine importanti della storia del vino dell’Etna.