Firriato Hospitality

Storia e tradizione

Il Cavanera Etnea Resort & Wine Experience è immerso all’interno della riserva naturale del Parco dell’Etna, nell’area nord est del vulcano.
Insieme al versante sud, questa è la zona che più di ogni altra è stata caratterizzata da un grande fenomeno di urbanizzazione con la presenza importante di piccoli appezzamenti agricoli marcati da splendidi esempi di antiche case contadine.

Qui a Cavanera Etnea i lavoratori svolgevano le loro attività produttive vivendo in comunità, in complessi abitativi fatti di austere case padronali con la presenza di frugali ricoveri per gli animali e strutture con palmenti per la trasformazione delle uve che, da sempre, testimoniano la coltivazione della vite sulle pendici del Vulcano.
Nel 2009, Firriato ha recuperato uno di questi complessi abitativi tipici dell’Etna, con annesso un antico palmento, ricavando dal suo restauro una piccola ma moderna cantina di vinificazione per la lavorazione delle uve che sono coltivate nei vigneti circostanti il Resort Cavanera Etnea. Il recupero del complesso è stato condotto realizzando un restauro che non ha intaccato la morfologia degli ambienti.

Nella parte di fondazione è stato riportato all’antico splendore il palmento, risalente al 1700, con il sistema di torchiatura in legno, le vasche di contenimento, tutte scolpite nella roccia, i canali di scolo di terracotta e scavati nel duro basalto.

Questo prezioso reperto di cultura materiale legata alla civiltà del vino sull’Etna è una testimonianza viva di una storia che Firriato ha recuperato e portato a nuova vita. Ma è in vigna che viene custodito il tesoro più prezioso di Cavanera Etnea.

Lungo il profilo della sciara, formatasi a seguito dell’eruzione del 1556, si estende la parte più antica del vigneto di contrada Verzella, con piante straordinarie per forma e forza vitale. Si distinguono da tutte le altre per la formazione del tronco, spesso evoluto in cerchi concentrici, spire e braccia contorte. Creature che il Tempo ha forgiato portandole a noi, cariche di storia eppure vitali, tenaci, fruttifere. Sono a piede franco, alcune precedono la stessa comparsa della Fillossera sul finire dell’ottocento. Queste piante sono esseri straordinari. Sono sculture della natura, in cui è ancora viva la memoria atavica di chi le piantò: un vero e proprio museo a cielo aperto, dov’è possibile ricostruire la storia della viticultura dell’Etnea.

Ecco l’unicum proposto da Firriato, nella Tenuta di Cavanera Etnea, sotto lo sguardo fiero del Vulcano. Trascorrere un soggiorno nel Cavanera Etnea Resort & Wine Experience è un’occasione per entrare a diretto contatto con una dimensione d’eccellenza dove i vini del vulcano sono al centro di un viaggio di scoperta dell’universo Firriato, dove il terroir è l’origine di tutto, della qualità autentica.